Home » Statuto

Statuto

Statuto Sociale – Federazione Nazionale delle imprese, degli enti e delle associazioni che operano nel settore degli spazi di lavoro flessibili, uffici e coworking, denominata:

UNIMPRESA SPAZI LAVORO FLESSIBILI, UFFICI E COWORKING

Art. 1 Costituzione e Denominazione

È costituita, ai sensi dell’art. 31 dello statuto Nazionale di Unimpresa – Unione Nazionale di Imprese, la Federazione Nazionale delle imprese, degli enti e delle associazioni che operano nel settore degli spazi di lavoro flessibili, uffici e coworking, denominata UNIMPRESA SPAZI LAVORO FLESSIBILI, UFFICI E COWORKING.

La Federazione, così costituita, adotta il logo e gli altri segni distintivi di Unimpresa abbinandoli alla propria denominazione assumendo, così, il ruolo di componente Nazionale del sistema della rappresentanza delle imprese, come definito dallo statuto nazionale della Federazione stessa.

In ragione della predetta appartenenza, la Federazione acquisisce i diritti e gli obblighi conseguenti per sé stessa e per i propri soci.

La Federazione adotta il codice etico di Unimpresa Nazionale, che costituisce parte integrante del presente statuto, ispirando ad esso le proprie modalità organizzative, i propri comportamenti ed impegnando i soci alla loro osservanza.

La Federazione può avere delegati territoriali (interregionali, regionali, interprovinciali e provinciali) su tutto il territorio nazionale con le modalità che sono espresse nel regolamento predisposto dalla federazione stessa.

La Federazione può aderire o affiliarsi in altri organismi Nazionali, Europei ed Internazionali.

Alla Federazione possono aderire e/o convenzionarsi altri enti, organismi, società e associazioni nazionali, europei e internazionali che condividano le linee del presente statuto.

Art. 2 Scopi e finalità

La Federazione è autonoma e indipendente e opera senza fini di lucro.

La Federazione promuove una cultura concreta della legalità basata sui principi della Costituzione.

La Federazione favorisce la crescita professionale degli associati tramite gli strumenti propri della federazione e di Unimpresa Nazionale, partecipando ai tavoli istituzionali, incentivando la progettualità e l’intercettazione di risorse e fondi, il tutto nel rispetto del proprio codice etico.

Per raggiungere tali fini la Federazione svolge le seguenti funzioni:

  1. Rappresentare le attività delle imprese che operano nel settore degli spazi di lavoro flessibili sul piano legislativo, economico e sociale, con particolare riguardo ai soggetti istituzionali a cui sono affidate le scelte fondamentali della politica sociale italiana ed extranazionale, verso le quali va svolta un’azione di controllo, di stimolo e di proposta, nonché favorire il dialogo tra le Istituzioni ed il settore degli spazi di lavoro flessibili;
  2. Provvedere all’informazionedei soci relativamente ai problemi generali delle imprese che operano nel settore degli spazi di lavoro flessibili al fine di perseguire una comune finalità di sviluppo e tutela della qualità dei servizi offerti;
  3. Tutelare le attività delle imprese associate sul piano economico e sindacale, nonché stipulare su espressa delega, accordi di carattere generale, sia a livello nazionale, comunitario ed internazionale, contratti collettivi di lavoro dedicati al settore degli spazi di lavoro flessibili;
  4. Realizzare piani formativi per la formazione di figure professionali specifiche per il settore, anche tramite l’utilizzo di fondi interprofessionali, bandi e finanziamenti;
  5. Organizzare ricerche e studi, dibattiti e convegni su temi economici e sociali di interesse del settore, con particolare riferimento all’analisi della domanda e dell’offerta di servizi e del fabbisogno formativo per favorire una politica mirata alla definizione della categoria;
  6. Creare un Osservatorio permanente con la finalità di monitorare il mercato e l’andamento del settore, eseguire periodicamente una mappatura del territorio, definire e classificare le tipologie di operatori e dei servizi offerti;
  7. Diffondere la cultura del concetto di “spazi flessibili attraverso comunicati stampa, interviste, articoli, ecc…. su stampa, quotidiani online, web, radio, tv ed ogni altro mezzo di comunicazione individuato;
  8. Favorire il dialogoe l’interazione con le diverse tipologie di operatori presenti sul mercato;
  9. Stipulare Contratti e convenzioni con imprese, industrie, banche, assicurazioni, enti locali, università e qualsiasi altro ente o soggetto al fine di raggiungere gli scopi sociali e di offrire servizi utili ai soci;
  10. Promuovere, sostenere e attuare politiche, azioni e progetti di formazione professionale di qualifica, specializzazione, aggiornamento, perfezionamento professionale, riqualificazione, formazione prevista dalle norme in materia del lavoro;
  11. Stipulare contratti collettivi nazionali di lavoro, contrattare e sottoscrivere accordi integrativi territoriali e aziendali, nonché avviare e concludere ogni e qualsiasi trattativa sindacale con le organizzazioni dei lavoratori, al fine di produrre normative applicabili nelle aziende associate.

La Federazione promuoverà tutte le attività utili al conseguimento degli scopi di cui al presente statuto mediante gli strumenti che riterrà più idonei.

La Federazione oltre l’azione diretta potrà erogare contributi, concedere disponibilità a scopi di beneficenza e compiere ogni atto giuridico utile per il conseguimento delle finalità di cui sopra, ivi compresa l’acquisizione e l’alienazione di partecipazioni, anche azionarie, in società di capitali, fondazioni, enti e istituzioni e, in generale, a organismi regolati dal codice civile o da altre disposizioni di legge.

Art. 3 Sede

La Federazione ha sede legale presso la Direzione Generale di Unimpresa, sita in Roma alla Via Pietro Cavallini n. 24, e sede operativa in via Dell’Arcoveggio n. 49/5 Bologna.

La Federazione può istituire proprie sedi su tutto il territorio nazionale e all’estero con le norme che verranno di volta in volta stabilite dalla Giunta Esecutiva.

Il trasferimento della sede legale non comporta modifica dello Statuto.

Art. 4 Durata

La durata della Federazione è fissata al trentuno dicembre dell’anno 2050 e si intende tacitamente prorogata fino all’eventuale scioglimento

Art. 5 Soci e imprese aderenti al sistema associativo

La Federazione costituisce il sistema di rappresentanza di cui all’art. 2 dello statuto nazionale di Unimpresa, per cui sono considerati soci le persone fisiche o giuridiche, enti e associazioni che ne condividano gli scopi, senza distinzione di nazionalità o cittadinanza.

Sono soci fondatori coloro che hanno partecipato all’atto costitutivo, nominati dalla Giunta Esecutiva Nazionale di Unimpresa, anche esterni alla Federazione, tra persone che siano espressione particolarmente significativa del mondo imprenditoriale e/o realtà economico-sociale.

I soci fondatori sono obbligati a pagare una quota associativa annuale a favore di Unimpresa Nazionale il cui importo è determinato dalla Giunta Esecutiva Nazionale. Il mancato versamento della quota comporterà la decadenza dalla qualifica di socio fondatore.

Ogni socio fondatore ha diritto ad un voto nelle sedute della Giunta Esecutiva della Federazione. È tuttavia facoltà della Giunta Esecutiva Nazionale di Unimpresa assimilare altri associati ai soci fondatori.

Possono essere rappresentati dalla Federazione in qualità di soci ordinari: le imprese, enti ed associazioni che operano nel settore degli spazi di lavoro flessibili, uffici e coworking; imprese ed enti che operano nel settore dei servi e della formazione.

Il rapporto associativo ed i diritti e doveri che ne discendono sono disciplinati dalle norme attuative deliberate dagli organi nazionali di Unimpresa, dall’apposito regolamento e dal presente statuto.

Art. 6 Ammissione dei soci

I soci e le imprese così come individuati al precedente art. 5, che sono interessati a farsi rappresentare dalla Federazione presentano la richiesta di adesione al sistema associativo della federazione, e/o attraverso le strutture territoriali competenti.

La richiesta di ammissione deve essere sottoscritta dal loro titolare o legale rappresentante e deve contenere espressa dichiarazione di accettazione di tutti principi, delle norme e degli obblighi derivanti dal sistema associativo della federazione e del codice etico.

Sulla domanda di ammissione delibera la Giunta Esecutiva, la quale provvede a comunicare l’accoglimento, nonché il diniego con relativa motivazione.

Art. 7 Organi della Federazione Nazionale

Sono organi della Federazione:

  1. La Giunta Esecutiva;
  2. Il Presidente;
  3. I Vicepresidenti;
  4. Il Segretario Generale;
  5. Il Revisore Contabile.

Art. 8GiuntaEsecutiva

La Giunta Esecutiva è composta:

  1. Dal Presidente;
  2. Dal Segretario Generale;
  3. Da un minimo di cinque ad un massimo di undici membri nominati dalla Giunta esecutiva Nazionale di Unimpresa in qualità di soci fondatori.
  4. Fino ad un massimo di dieci membri in qualità di soci ordinari, nominati dal presidente della Federazione. Ogni socio ordinario ha diritto ad un voto nelle sedute della Giunta Esecutiva della Federazione.

I membri della Giunta Esecutiva, nel numero così come determinato, restano in carica per quattro anni e sono rieleggibili senza alcun limite temporale.

La Giunta Esecutiva si riunisce ordinariamente almeno una volta ogni tre mesi e, in via straordinaria quando ne faccia richiesta almeno la meta più uno dei suoi membri, in tal caso, il presidente deve provvedere entro dieci giorni dalla ricezione della richiesta. In caso di inerzia la convocazione viene disposta dal Presidente nazionale di Unimpresa.

La convocazione della Giunta Esecutiva, sia ordinaria sia straordinaria, è fatta dal Presidente tramite lettera, posta elettronica o pec, da inviare almeno dieci giorni prima della data dell’adunanza. In caso di urgenza si potrà procedere con la convocazione “ Ad Horas”, sempre con l’utilizzo di posta elettronica o altri mezzi equivalenti.

La Giunta Esecutiva è presieduta dal Presidente o, in caso di sua assenza o impedimento dal vicepresidente da lui designato.

L’avviso di convocazione dovrà contenere l’indicazione del luogo, giorno e ora della riunione e il relativo ordine del giorno.

La Giunta Esecutiva potrà riunirsi anche mediante collegamento in videoconferenza tra più sedi opportunamente specificate nell’avviso di convocazione.

La Giunta Esecutiva è validamente costituita quando sia presente la maggioranza dei suoi membri e le deliberazioni sono assunte con il voto favorevole della maggioranza assoluta dei presenti, in caso di parità di voto prevale quello del Presidente.

Il sistema di votazione è stabilito dal Presidente.

Le deliberazioni della Giunta Esecutiva risultano dall’apposito verbale sottoscritto dal Presidente e dal Segretario chiamato a tale funzione. Funge da segretario della Giunta Esecutiva il segretario generale o, in caso di assenza o impedimenti, una persona designata dalla Giunta stessa.

I membri della Giunta Esecutiva non potranno mai essere in numero pari, comprendendo nel computo anche il Presidente.

Non sono ammesse deleghe per la partecipazione alle riunioni della Giunta Esecutiva.

Il Presidente ha l’obbligo di trasmettere gli avvisi di convocazione e la relativa copia del verbale delle deliberazioni della Giunta Esecutiva alla Direzione Nazionale di Unimpresa. La stessa può partecipare con proprio rappresentante alle sedute suddette.

Nel caso in cui uno dei componenti della Giunta Esecutiva non partecipi ad alcuna riunione per tre volte consecutive, senza giustificato motivo, viene dichiarato decaduto dall’incarico.

Le cariche resesi vacanti in corso di mandato per dimissioni, decadenza o d’impedimento permanente di un membro della Giunta Esecutiva, saranno reintegrate sino a concorrenza del numero previsto, dal Presidente della Federazione, attraverso cooptazione dei soggetti che hanno i medesimi requisiti di eleggibilità prevista per i consiglieri.

Alle riunioni della Giunta Esecutiva partecipa senza diritto di voto il revisore dei conti.

Art. 9 Compiti della Giunta Esecutiva

La Giunta Esecutiva è l’organo di governo della Federazione. Ha il compito di attuare le direttive strategiche e operative adottate dagli organi di Unimpresa Nazionale nel pieno rispetto delle norme statutarie.

Per quanto riguarda il compimento di atti sia di ordinaria sia di straordinaria amministrazione svolge le seguenti funzioni:

  1. L’esame dei problemi di carattere generale interessanti i soci e le imprese così come individuati al precedente art. 5, nonché la determinazione delle relative direttive di massima;
  2. Elabora azioni strategiche di medio e lungo termine;
  3. Convoca la Giunta Esecutiva ai sensi delle norme del vigente Statuto;
  4. Delibera sulle relazioni del presidente;
  5. Nomina due vicepresidenti su proposta del Presidente;
  6. Approva il piano di bilancio preventivo e consuntivo della Federazione;
  7. Formula il programma annuale di attività;
  8. Determina la forma e la misura dei contributi associativi;
  9. Delibera la costituzione di commissioni e comitati tecnico-scientifici;
  10. Elabora eventuale regolamento della Federazione, da sottoporre alla approvazione della Giunta Esecutiva Nazionale di Unimpresa;
  11. Delibera sulla partecipazione della Federazione ad organismi Nazionali, Europei ed Internazionali; nonché ad enti, fondazioni, società, associazioni, consorzi ed altri organismi collettivi;
  12. Delibera sulla richiesta di adesione alla Federazione dei soci di cui all’art. 5 del presente statuto;
  13. Delibera sull’eventuale trasferimento della sede e sull’ampliamento e sulle modificazioni della stessa;
  14. Delibera su ogni altro argomento iscritto all’ordine del giorno.

In caso di urgenza, il Presidente può esercitare i poteri della Giunta Esecutiva portando a ratifica le proprie decisioni nella prima riunione successiva della medesima.

Art. 10 Presidente

Il Presidente della Federazione è nominato dalla Giunta Esecutiva di Unimpresa Nazionale in virtù dei poteri conferitigli dallo Statuto, anche tra persone che non abbiano diretta responsabilità d’impresa e, resta in carica fino a dimissioni o revoca della nomina.

Il Presidente ha la rappresentanza politica e istituzionale della Federazione ed è il rappresentante legale a tutti gli effetti, anche di fronte ai terzi e in giudizio.

Spetta al Presidente compiere, a titolo puramente esemplificativo e non limitativo, i seguenti atti:

  1. Stipulare contratti di mutuo con o senza garanzia anche ipotecaria, aprire conti correnti bancari e postali;
  2. Rilasciare e sottoscrivere atti di quietanza;
  3. Nominare avvocati nelle liti attive e passive davanti a qualsiasi autorità giudiziaria e amministrativa di ogni ordine e grado;
  4. Procedere alla nomina dei rappresentanti della Federazione presso enti, amministrazioni, istituzioni, commissioni ed organismi in genere, anche esterni alla Federazione;
  5. Accettare donazioni, lasciti, contributi dello Stato, della Regione, e di altri enti pubblici, di associazioni ed organismi privati nel rispetto delle norme vigenti;
  6. Curare i rapporti della Federazione con le pubbliche amministrazioni, con le organizzazioni sindacali, politiche, economiche e sociali a livello nazionale, europeo e internazionale;
  7. Procedere alla nomina nella Giunta Esecutiva dei nominativi dei soci ordinari;
  8. Compiere tutti gli atti necessari al raggiungimento dei fini sociali.

Il Presidente può conferire incarichi per il compimento di singoli atti nell’ambito dell’ordinaria amministrazione a persone di sua fiducia, anche esterne alla Federazione, all’uopo nominate e può, inoltre, conferire giusta delega per compiere operazioni bancarie attive e passive per conto della stessa.

Il Presidente può chiamare a partecipare alle riunioni della Giunta Esecutiva, senza diritto di voto, persone anche estranee alla Federazione, in possesso di competenze tecniche riguardo agli argomenti da discutere.

Il Presidente decide sull’eventuale affidamento di procure generali e/o speciali in rappresentanza della Federazione.

Il Presidente può nominare membri delle commissioni all’uopo istituite presso i vari Enti, chiamando a farne parte, se necessario, anche persone estranee alla Federazione.

Il Presidente così nominato risponderà con il proprio patrimonio in solido di tutte le obbligazioni da esso a qualsiasi titolo e verso chiunque assunte con esclusione, pertanto, di qualsiasi responsabilità a carico di Unimpresa Nazionale.

In caso di assenza o d’impedimento temporaneo, il Presidente è sostituito da uno dei vicepresidenti all’uopo nominato.

Il Presidente cessa dalla carica esclusivamente nel caso di dimissioni, incompatibilità e/o revoca del mandato da parte di Unimpresa Nazionale.

In caso di dimissioni, o cessazione a qualsiasi titolo, del Presidente, l’incarico è assunto da uno dei vicepresidenti, all’uopo nominato, che ne assume le funzioni.

Con la cessazione della carica del Presidente decadono automaticamante tutte le altre cariche sociali.

Entro sessanta giorni dalla cessazione della carica del Presidente, la Giunta esecutiva nazionale di Unimpresa Nazionale provvede alla nomina del nuovo presidente della Federazione.

Per l’esercizio delle proprie funzioni, il Presidente potrà ricevere un compenso stabilito annualmente dalla Giunta Esecutiva; avrà diritto, altresì, al rimborso delle spese documentate.

Il Presidente, anche senza previa delibera da parte della Giunta Esecutiva ha piena facoltà deliberativa ed esecutiva in materia di partecipazione in nome e per conto della Federazione alla costituzione di Enti, Fondazioni, Società, Associazioni, Consorzi e altri organismi collettivi, sottoscrivendo i relativi atti costitutivi, e/o sottoscrivendo o acquistando le relative quote, azioni o partecipazioni.

Art. 11 Vicepresidenti

I vicepresidenti coadiuvano il Presidente e lo sostituiscono, nei limiti delle deleghe ricevute, ed esercitano tutte le altre funzioni loro delegate dal Presidente e/o dalla Giunta Esecutiva.

Per l’esercizio delle proprie funzioni, il Vicepresidente potrà ricevere un compenso stabilito annualmente dalla Giunta Esecutiva; avrà diritto, altresì, al rimborso delle spese documentate.

Art. 12 Segretario Generale

Il Segretario è nominato dalla Giunta Esecutiva della Federazione su proposta del Presidente, anche tra persone che non abbiano diretta responsabilità d’impresa.

Il Segretario resta in carica fino a dimissioni o revoca della nomina.

Il Segretario attua le disposizioni adottate dal Presidente e dalla Giunta Esecutiva, ed ha facoltà di proporre quelle soluzioni e/o quei provvedimenti che ritenga utili al conseguimento degli scopi sociali.

Predispone il bilancio preventivo e consuntivo della Federazione.

Può essere delegato dal Presidente per tutti gli atti di ordinaria amministrazione.

Per l’esercizio delle proprie funzioni, il Segretario potrà ricevere un compenso stabilito annualmente dalla Giunta Esecutiva; avrà diritto, altresì, al rimborso delle spese documentate.

Art. 13 Incompatibilità

L’eventuale nomina a carica pubblica per tutti i componenti degli organi della Federazione sarà esaminata e disciplinata dalle normative vigenti in materia di incompatibilità. Ulteriori ed eventuali situazioni di incompatibilità possono essere deliberate dalla Giunta Esecutiva Nazionale di Unimpresa.

Art. 14 Revisore contabile

Il revisore contabile, aventi i requisiti di legge, è nominato dalla Giunta Esecutiva nazionale di Unimpresa. Il revisore contabile interviene alle riunioni della Giunta Esecutiva della Federazione ed esercita le sue funzioni secondo quanto stabilito dalla legge.

Art. 15 Patrimonio della Federazione

Il patrimonio della Federazione è costituito:

  1. Dai contributi annuali dei soci;
  2. Dai contributi straordinari dei soci deliberati dalla Giunta Esecutiva;
  3. Da beni mobili ed immobili che per acquisto, lascito, donazione, o comunque per altre cause, vengano in possesso della Federazione;
  4. Dai contributi da parte di enti e istituzioni sia pubblici che privati;
  5. Dalle somme destinate da Unimpresa Nazionale;
  6. Dalle quote derivanti dalle prestazioni di servizi;
  7. Dagli eventuali avanzi delle gestioni annuali.

La Federazione non può distribuire in alcun modo, diretto o indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitali durante la vita della Federazione, salvo che la destinazione o distribuzione non siano imposte dalla legge.

Finché dura la Federazione, i singoli associati o gli enti ad essa aderenti non possono chiedere le divisioni del fondo comune o patrimoniale né pretendere, in caso di recesso, quota alcuna per qualsiasi titolo anche sotto forma di restituzione di contributi in precedenza versati.

La Federazione risponde di fronte ai terzi e all’autorità giudiziaria unicamente delle obbligazioni assunte dal Presidente in nome e per conto della Federazione in attuazione delle delibere della Giunta Esecutiva per gli aspetti economici e finanziari e nei limiti degli atti necessari al raggiungimento dei fini sociali.

Art. 16 Bilancio Annuale

L’esercizio finanziario ha inizio il primo gennaio e si chiude al trentuno dicembre di ogni anno.

Il bilancio annuale, corredato dalla relazione del revisore dei conti sull’andamento della gestione sociale, deve essere sottoposto all’approvazione della Giunta Esecutiva entro il trenta giugno di ogni anno.

Art. 17 Modifiche dello Statuto

Eventuali modifiche che si rendesse necessario apportare al presente statuto, sono deliberate dalla Giunta Esecutiva Nazionale di Unimpresa a maggioranza dei due terzi dei membri.

Lo statuto della Federazione potrà essere di volta in volta adeguato alle eventuali modificazioni che Unimpresa Nazionale dovesse ritenere necessarie per migliorare il proprio assetto statutario o che dovessero essere richieste dalle normative nazionali e comunitarie.

Art. 18 Scioglimento

L’eventuale scioglimento della Federazione viene deliberato dalla Giunta Esecutiva Nazionale di Unimpresa, con delibera approvata dalla maggioranza dei due terzi dei suoi componenti.

In tal caso il patrimonio netto eventualmente risultante sarà devoluto ad Unimpresa Nazionale con l’obbligo di destinarlo agli scopi previsti dallo statuto Nazionale.

Art. 19 Autonomia

La Federazione è economicamente indipendente da Unimpresa Nazionale e gode di piena autonomia patrimoniale, amministrativa e funzionale.

La Federazione, nel rispetto dello spirito di solidarietà e mutualità tra tutte le associazioni del sistema nazionale di Unimpresa, rispetterà gli obblighi ed esplicherà le sue funzioni nell’ambito dei principi e dei compiti attribuitile dal presente statuto e nel pieno rispetto degli atti deliberati dagli Organi Esecutivi della Federazione stessa.

Di tutte le obbligazioni contratte la stessa Federazione risponderà, con il proprio patrimonio in via esclusiva o in solido con i soggetti che hanno contratto obbligazioni in nome e per conto della medesima.

Art. 20 Compensi per le cariche sociali

Tutte le cariche statutarie ricoperte negli organi e nelle strutture della Federazione Nazionale sono gratuite, salvo quanto previsto ai precedenti articoli.

Sono rimborsate ai singoli componenti le spese documentate effettivamente sostenute per l’esercizio delle loro funzioni.

Le determinazioni della Giunta Esecutiva, con le quali verranno riconosciuti eventuali compensi per l’esercizio delle cariche sociali, dovranno essere sottoposte all’approvazione del presidente Nazionale di Unimpresa.

Art. 21 Registro soci

Per raggiungere le finalità previste dal presente statuto la Federazione, a titolo esemplificativo e non esaustivo, istituisce un registro dei soci, che certifica ufficialmente e a ogni effetto organizzativo l’appartenenza di ciascun socio al sistema e il suo inquadramento in esso.

Art. 22 Norme generali

Per quanto qui non espressamente previsto si rinvia alle norme del codice civile, del presente statuto ed a quelle regolamentari che disciplinano Unimpresa Nazionale.

La Federazione per il suo funzionamento si può dotare di apposite norme regolamentari che sono approvate dalla Giunta Esecutiva Nazionale di Unimpresa su proposta del presidente della Federazione.

Nel caso si verifichino nella Federazione comportamenti e/o omissioni tali da violare le norme del presente statuto, dei regolamenti di attuazione nazionale, nonché delle deliberazioni degli organi Nazionali di Unimpresa, e comunque, in ogni caso in cui tali atti, comportamenti o omissioni siano lesivi al prestigio di Unimpresa, la Giunta Esecutiva Nazionale di quest’ultima, all’uopo convocata, nomina ai sensi dell’art. 37 del proprio statuto un commissario.

Tale procedura sarà applicata anche nei casi in cui la condotta dei singoli organi preposti alla direzione e guida della Federazione, sfoci in situazioni di incompatibilità tali da rendere impossibile la prosecuzione del rapporto originario.

Unimpresa Nazionale ha diritto di compiere ogni controllo e verifica sul funzionamento, sull’amministrazione e gestione della Federazione.

Art. 23 Devoluzione al Collegio Probiviri Nazionale delle eventuali controversie

L’interpretazione del presente statuto e dei vari regolamenti, nonché di ogni altra norma regolativa del sistema è di esclusiva competenza dei Probiviri di Unimpresa Nazionale. I Probiviri vigilano altresì sull’organizzazione complessiva del sistema per la conformità ai principi organizzativi generali di cui al presente statuto.